Rete oncologica ligure ROLi

Coordinatore della ROLi è il dr. Paolo Pronzato, Direttore della SC di Oncologia Medica dell’ IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino-IST-Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova.

La Rete Oncologia, Ematologia e Radioterapica ligure nasce nel 2005 su iniziativa della Giunta Regionale e, quattro anni più tardi, viene formalmente inserita nell’elenco delle reti orizzontali del Piano Sanitario Regionale 2009-2011.

La ROLi comprende, ad oggi, tutte le Strutture di Oncologia Medica, Ematologia e Radioterapica della Liguria, ivi comprese le Strutture pediatriche di Oncologia ed Onco-Ematologia dell’IRCCS Giannina Gaslini di Genova.

La vision della Rete (si veda la Bussola dei Valori) è rivolta allo sviluppo di un assistenza che “si prenda cura” del malato e si incardina sui principi di qualità, integrazione, dignità, sicurezza, dialogo, solidarietà e formazione.

La mission della Rete è quella di fornire a tutti i pazienti neoplastici della nostra regione un’assistenza improntata: all’orientamento al paziente; all’approccio a tutto campo (“a tutto tondo”); all’appropriatezza medico-scientifica, organizzativa ed economico-finanziaria; all’efficienza; al rispetto della persona e dell’ambiente.

Nello specifico, gli obiettivi previsti dal PSSR 2009-2011 sono: 

  • sviluppare un’assistenza di qualità con presa in carico globale del paziente
  • favorire la gestione improntata alla metodologia “evidence-based” con criteri di appropriatezza ed efficienza, misurate con appositi indicatori di performance
  • garantire la sicurezza del  paziente e degli operatori  (risk management)
  • favorire l’innovazione e la ricerca, con lo scopo di fornire a tutti i pazienti del territorio regionale (“equità”) le migliore tecniche diagnostiche e le terapie, anche innovative, indicate per ogni singolo caso clinico
  • sviluppare l’interrelazione e la comunicazione efficace tra le diverse Istituzioni: gli attori che recitano sul palcoscenico “Cancro” dovranno avere parti e tempi molto chiari da rispettare, per  “assistere il paziente giusto nel posto giusto e nei tempi giusti”.

Per approfondire

Eventi
Progetti e articoli correlati