Nuovo coronavirus: la tutela del benessere degli animali da compagnia in un momento di emergenza

L'appello del 19 marzo 2020 lanciato dalla Protezione civile, che invita i cittadini a non abbandonare gli animali, è stato accolto anche nella nostra regione, dove per fortuna, ad oggi, non si registrano incrementi dell'inqualificabile fenomeno dell'abbandono di animali, che peraltro costituisce un reato penale.

"Ad oggi non vi è alcuna evidenza scientifica che gli animali da compagnia, quali cani e gatti, possano diffondere il nuovo coronavirus - chiarisce Roberto Moschi, responsabile del servizio di veterinaria di Alisa -. Per prudenza, si raccomanda comunque di lavare le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche anche dopo il contatto con i nostri animali. Chiunque sia impossibilitato durante l'emergenza Covid-19 a mantenere il proprio animale domestico e a rispettarne il benessere attraverso le cure, l'alimentazione e che non sia in condizione, per comprovate necessità, di rispondere ai suoi bisogni (ad esempio, in caso di improvviso ricovero in ospedale per malattia Covid-19), può attivare i servizi veterinari pubblici delle Asl che interverranno affinché agli animali sia garantito un adeguato ricovero, seppur temporaneo, fino alla restituzione al proprietario. Il Comune di pertinenza, in collaborazione con i servizi veterinari competenti per territorio, provvederanno al ricovero, alla custodia e all'affido temporaneo: per i cani, presso i canili comunali e, per gli altri animali, in strutture adeguate".

Anche i servizi di smaltimento di carcasse di animali domestici sono attività indifferibili: "Qualora in questi giorni il vostro amico a quattro zampe dovesse lasciarvi, è possibile contattare i servizi veterinari della Asl di riferimento, che provvederà al ritiro delle spoglie del vostro animale per l'invio alla termodistruzione, in condizioni di sicurezza" conclude Moschi.

NUMERI UTILI SERVIZI VETERINARI ASL - AREA DI SANITÀ ANIMALE

ASL1: tel. 0184 536 853 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ASL2: tel. 019 840 5879 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ASL3: tel. 010 849 8654 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ASL4: tel. 0185 329 082 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ASL5: tel. 0187 535 065 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ALTRE COMUNICAZIONI SULL'EMERGENZA CORONAVIRUS