Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.
Rifiutando il suo utilizzo alcune funzionalita' potrebbero risultare limitate. E' possibile leggere l'informativa al link seguente: PRIVACY POLICY.

Accetta Rifiuta
Cookie

Coronavirus, esenzione ticket: prorogata al 31 marzo 2022 la validità dell'autocertificazione per reddito

Regione Liguria, al fine di evitare la diffusione del Coronavirus (SARS-COV-2) ha prorogato fino al 31 marzo 2022, la validità dell'autocertificazione attiva per motivi di reddito

L'autocertificazione è valida per le seguenti tipologie di esenzione:

  • CODICE E02 (disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico)
  • CODICE E03 (titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico)
  • CODICE E04 (titolari di pensioni minime e con età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico)
  • CODICE EPF (cittadini di età tra i 6 anni e i 65 anni, affetto da patologia cronica appartenente ad un nucleo familiare fiscale con reddito complessivo lordo inferiore a 36.151,98 euro).

A condizione di reddito invariato, i cittadini interessati possono avvalersi della proroga automatica fino al 31 marzo 2022.

Per quanto riguarda le certificazioni di esenzione identificate con il CODICE E01: "cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 euro", non necessitano di alcun rinnovo in quanto hanno validità illimitata.

Rimane comunque onere e responsabilità del cittadino comunicare tempestivamente l'eventuale perdita dei requisiti.
Si ricorda pertanto che, se le condizioni di reddito cambiano nel corso dell'anno, tanto da superare il tetto massimo previsto dalla normativa, il cittadino non ha più diritto all'esenzione ed è tenuto a revocare l'esenzione stessa.

Si informa che ogni Asl effettua i controlli sulla veridicità delle autocertificazioni. In caso di falsa dichiarazione vengono recuperati gli importi non pagati per le prestazioni erogate e vengono applicate le sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente.